mercoledì 19 marzo 2008

Lampi di Genio (capitolo 6)


Puntata andata in onda l’11 Marzo 2008
- Cuddy (Lisa Edelstein) “Il Dottor Foreman sarà i miei occhi e le mie orecchie” – House (Hugh Laurie) “Ah, nel caso dovessero servirmi dov’è che il Dottor Foreman terrà le mie palle?”
- House rivolto al Dottor Foreman “Hai avuto un aumento? Perché allora saresti una putt… . O non l’hai avuto? Perché allora saresti una putt… stupida"
- Candidato “Lieve sepsi difficile da trovare” – House “Sarà meglio trovarla in fretta se solo lo sfiora una brezzolina fresca il sangue diventa sbobba e lui crepa”
- Foreman (Omar Epps) “Sono un medico!” – House “Laurea per corrispondenza. Sul diploma “università” è scritto con due enne!”
- Wilson (Robert Sean Leonard) “Hai fatto bene a venire da me” – House “Mi serviva un oncologo pieno di sé” – “No, un oncologo autorevole” – “Quanto ti odio”
- Cuddy “La tua equipe, compreso Foreman, al momento si sta occupando del grande panico da maionese del 2007. Francamente credo che possa diffondersi anche in altri continenti”
- House “Chi di voi non ha l’assicurazione sanitaria?” – tutti i pazienti presenti in sala alzano la mano – “Ah, Michael Moore ha ragione”
- House “Lo scopo nella vita non è eliminare l’infelicità, è mantenere l’infelicità al minimo”
- House “Al mondo ci sarà sempre l’infelicità, bisogna accettarlo… per questo sono tanto felice”
- House è in bagno, fuori dalla porta Foreman lo cerca insistentemente, House “Senti questa puzza? Non diventerà più gradevole” – sciacquone – “Questo era uno sciacquone di cortesia, non ho ancora finito”
- Cuddy “Gli vuoi provocare la febbre?” – House “Se non vuoi tuffarti con lui nella vasca con indosso una maglietta bianca mi serve un altro modo per scaldarlo, sennò muore”
- House, si descrive ad un candidato “Sono un accecante fonte di luce che emana potere!”

Puntata andata in onda il 16 Marzo 2008
- House (incredulo) ad un agente della Cia venuto a offrirgli un caso “Se devo andare da qualche parte è meglio che ci siano almeno cinque ragazze ed è meglio che vadano al college”
- House allo stesso agente “I Village People hanno fatto quella cosa vestiti da poliziotti, ma andiamo la Cia, chi vuoi che la beva!”
- House ad un collega che si presenta come Curtis “Curtis e “L’immunologia”, quel Curtis?” – Curtis “Lo ha letto?” – “No, ma tiene dritto il mio pianoforte”
- House alla Dottoressa della Cia “Per tua informazione, la mia assicurazione non copre le autopsie sugli alieni” – Dottoressa “Gli x-files sono in un altro reparto”
- La Dottoressa non intende fornire alcuna informazione riguardo al paziente da curare, Curtis “Che ci può dire del paziente?” – House “Già… Oswald ha fatto davvero sesso con Marilyn Monroe?”
- Curtis “Qui dice che ha mangiato tante castagne!” – House “Oh, se è coinvolta la lega per la salvezza degli scoiattoli io me ne vado. Detesto quei roditori”
- Dottoressa “Sa che non glielo posso dire” – House “Allora perché siamo qui, potevi cercare “veleno” su Google”
- Dottoressa “Sappiamo che è stato in Bolivia” – House ”E chi c’è da uccidere in Bolivia? La mia cameriera?” – “Non uccidiamo le persone” – House “Oh, scusa chi c’è da emarginare? Se è la mia cameriera se lo merita, pulire i vetri vuol dire pulire tutte e due le parti, ho ragione o no?”
_ Curtis “Perché dovrebbe mentire?” – House “Si sente in colpa perché uccide la gente, chiunque si ubriacherebbe” – Paziente “Noi non uccidiamo le persone” - House “Certo voi mentite ad amici e famiglia, vi create false identità, convincete la gente a tradire. Non nasconderebbe mai di bere, è troppo onesto! Ehi, c’è una cosa che ho sempre voluto sapere: perché il rossetto che Ginger ha usato per baciare Gilligan non l’ha uccisa, eh?”
- Dottoressa “Crede che comportarsi da idiota e parlare di sesso funzioni con le donne?” – House “Se così non fosse, la razza umana si sarebbe già estinta “
- House, sicuro di aver trovato la cura esatta, osserva Curtis e la Dottoressa che si accertano delle condizioni del paziente che però non dà segni di vita, “Forse è soltanto sopraffatto dalla gratitudine”
- House a Curtis “Ho commesso un sacco di sbagli, ma a te non dà retta quindi o io le piaccio alla follia o lei odia te alla follia… e io sono venuto con il jet!”
- House alla Dottoressa “Accantoniamo la parte medica e vediamoci a casa tua per un corso di aggiornamento sulle tecniche di interrogatorio. La mia parola in codice è “Aiuto ti prego ti prego stop”, due “ti prego”, ogni altra cosa può continuare” – Dottoressa “Guarisca quest’uomo e le mostrerò la mia tortura preferita. Abbiamo bisogno di consultare un oncologo per la chemio” – House “Oh, scusa! Credevo fosse un eufemismo!”
- House chiama Wilson, questo esclama “Mi chiedevo quando avresti risposto alle mie chiamate” – House “Oh, non potrei mai stancarmi di ignorarti”
- Per accertarsi dell’effettiva presenza di House alla Cia, Wilson chiama un numero interno, al quale risponde proprio House “Ispettore Gadget” – Wilson “Ma allora… sei veramente alla Cia” – House “Dovresti venire qui, c’è un satellite puntato sulla vagina della Cuddy… io ho detto che le probabilità di invasioni erano zero ma…”
- Wilson”Hanno fatto un controllo su di te? Se hanno fatto un controllo su di te l’hanno fatto anche sui tuoi amici” - House “Rilassati, sanno già che hai portato eroina dall’Afghanistan” – Wilson “Io non sono mai stato in Afghanistan”

2 commenti:

Roberto ha detto...

Ti ho scritto un lungo commento al film del Coen ... Rob.

Chiara ha detto...

Lettori, il commento non è solo per me... è per tutti. E' un regalo di rara bellezza di una persona altrettanto raffinata. Non ve lo perdete.

Guestbook