martedì 4 dicembre 2007

Lezioni di… cinema italiano


Ci sono giorni, come questi, nei quali una parte di me (la meno razionale e la più istintiva) è coinvolta in un’atra dimensione, sospesa tra la felicità e la prudenza. I giorni sono passaggi, ed in questo passaggio vivono sensazioni diverse. Nella speranza che questo non mi porti ad avere idee confuse, vi chiedo anticipatamente perdono se non dovessi essere all’altezza delle vostre aspettative. Inoltre desidero esprimere la mia immensa gratitudine per le persone che mi hanno fatto compagnia durante la visione, il loro incoraggiamento a continuare a scrivere è qualcosa di prezioso, al quale non voglio rinunciare mai, come alla loro presenza.
A loro è dedicato questo post.

Quantificando le lance spezzate nell’ultimo mese, a favore del cinema italiano, mi sono preparata la legna per l’inverno. Ma se i risultati continuano ad essere così soddisfacenti, mi sta bene racimolarne anche per gli anni venturi.
Con la garanzia non solo di risparmiare sulla bolletta, ma anche di sentirmi così bene all’uscita dalla sala.
Premunita di medie attese (tanto per non rimanerne delusa), sono andata incontro alla commedia italiana. Una sorta di pensiero (che recitava più o meno: “Prima o poi diventerà banale, me lo sento me lo sento”) mi ha attanagliata per tutto il perdurare della pellicola, senza però interagire in maniera insistente con il gustoso piacere di essere spettatrice di “Lezioni di cioccolato”.
I suggerimenti per essere considerato “non necessariamente imperdibile” ci sono, eccome: Luca Argentero, su tutti. Come può un “prodotto da reality show” divenire attore?! Sapersi esprimere correttamente? Meritare di “soggiornare” sul grandeschermo? Effettivamente, tutti i grandi sono stati “piccoli” interpreti o comunque da qualche parte avranno pur dovuto emergere. Ora, da qui a considerarlo “eccelso” ne deve passare di alta marea sotto i ponti, ma Argentero ha mostrato buone qualità: la modestia, per esempio. Ha saputo fondersi perfettamente con il suo personaggio, senza eccedere, ma recitando con naturalezza ed intelligenza.
Inoltre, da una commedia si pretende la spensieratezza, ma con logica. Molto spesso, invece, ci si trova davanti a scene mediamente divertenti ma inserite casualmente in un contesto forzatamente sensato.
In questo caso, invece, non si ha davanti semplicemente una pellicola "giocosa" ma anche una trama ben articolata in equivoci azzeccati e personaggi eloquenti, che la trasformano in una piacevole sorpresa.
Come il personaggio di Kamal (Hassani Shapi), l'operaio egiziano: splendido nei suoi sguardi ironici, nel suo "Gnam Gnam", nel suo parlare italiano a stento, nell'innata simpatia e nelle sue umili (ma forti) tradizioni.
Il rapporto (inizialmente "obbligato) tra i due co-protagonisti (Kamal, appunto, ed il suo datore di lavoro - Luca Argentero) ci fa sorridere , ci intenerisce ed infine ci fa gioire.
Insomma, un film che non impegna (seppur "sfiora" il delicato ed attuale problema immigrazione) ma che lascia una certa tenerezza nel cuore e che ci fa vivere un "piccolo momento di estasi" proprio come il perfetto (quasi scontato ammetterlo) Neri Marcorè (nei panni del Maestro) pretende dal suo cioccolato.
E se, al termine della visione, verrà voglia di assaporare un cioccolatino ripieno di nocciole umbre e datteri egiziani, significa che il film è stato gratificante... dove andare a prenderlo, questo non mi riguarda. E' il potere immenso del cinema.

Trama
Kamal (Hassani Shapi), è un operaio egiziano impiegato (in nero) nella ditta di Mattia (Luca Argentero), un giovane imprenditore edile. Mentre si trova impegnato in lavori di manutenzione, Kamal cade da un tetto privo di ponteggi (in perfetto stile "più risparmio, più guadagno") e si ritrova ingessato dalla vita in su. Impossibilitato a muovere le braccia, dunque, non può partecipare al corso al quale si era iscritto, quello di cioccolataio: se non che, aggrappandosi all'unica speranza, inizia a ricattare il suo datore di lavoro (Mattia) costretto vesire i panni dello stesso "Kamal", per evitare una denuncia. In una pellicola dove non mancano intrecci amorosi, inconsuete amicizie e scene esilaranti, diventa facile trovare il sorriso.

Citazioni
- Mattia (Luca Argentero) "Dimmi tu se uno si deve sentire un criminale perchè vuole rimanere sul mercato!"
- Maestro cioccolataio (Neri Marcorè) "Qui, si fanno piccoli momenti di estasi"
- "Insegnare è il miglior modo per imparare"
- Mattia nei panni di "Kamal" "Giuro su tutto quel che ho di più caro al mondo... piramidi! Piramidi e... anche Sfinge!"
- Maestro cioccolataio "Innovare, significa fare qualcosa che duri nel tempo"
- Mattia a Cecilia (una dolce e un tantino agitata Violante Placido) "Tu sei condannata agli STR... ed io sono il migliore"

Carta d'identità
Titolo italiano: Lezioni di cioccolato
Data di uscita (in Italia): 23 Novembre 2007
Genere: Commedia
Durata: 99'
Regia: Claudio Cupellini
Da vedere: per provare quella leggerezza nel cuore, che tanto ci fa amare le commedie (quelle buone, ovviamente).

24 commenti:

Deneil ha detto...

ormai vedo che sei presissima con il cinema italiano!a presto con la tua nuova recensione!

Anonimo ha detto...

Sto aspettando la recensione cucciola.....

Chiara ha detto...

- DEN: il cinema italiano però in compenso continua a non deludere! Il segreto è forse dare a lui un po' di fiducia...
- PAOLIX: non ti sei firmata ma lo so che sei tu... stasera non so se riesco, devo trovare il tempo per concentrarmi, questo film è stato troppo carino e merita attenzione! Arriverà. Un grazie speciale va a te, che sei sempre così gentile.

Anonimo ha detto...

Non deludi mai....

Chiara ha detto...

_ CUCCIOLIX: quella a non deludere mai sei tu, che hai sempre un grande cuore per ricevere le mie parole.
Grazie per il tuo prezioso supporto, sei un'amica speciale.

Deneil ha detto...

gran bella recensione come al solito!ripeto quello che credo di averti già detto:poche ma buone.
La scrittura è eccellente (e non rompere che potevi far di meglio e che in realtà non ti piace come è venuta perchè ottima:-)) e l'analisi è decisamente buona.il film ancora non l'ho visto (ma mi sono ripromesso di farlo anche per il giudizio positivo espresso da mr hamlin) ma le tue parole da sole basterebbero!ancora complimentoni!sinceri!ora c'è solo1 cosa..a quando un ritorno al cinema straniero??già un passo per volta ti capisco!buona passeggiata!a presto!ciau!

Chiara ha detto...

Il cinema straniero, arriverà. Promesso.
Nel contempo ti ringrazio per i tuoi (esagerati) complimenti invitandoti a continuare a farmeli ;)
(TI PAGO A FINE MESE! ;P)
Guardalo, il film merita...

honeyboy ha detto...

per fortuna qualcuno crede ancora nel cinema italiano! :-)
fossero tutti come me nessuno vedrebbe più film italiani (lo so. è GRAVE!)

Anonimo ha detto...

Cioé? Ma veramente?

Dimmi che questo blog è tutto uno scherzo, te ne prego. O_o


Rob

Anonimo ha detto...

Molto bella la recensione...anche perchè ci hai citato! continua cosi' che le sorelle (e la cugi) ti seguono sempre.

Chiara ha detto...

- HONE: mmm, dobbiamo provvedere eh! Io ai film stranieri, tu viceversa, agli italiani! Bisogna essere completi, fino in fondo ;)
- ROB: prego, identificarsi... C'è "un" Rob(erto) che mi deve delle spiegazioni riguardo il suo comportamento, per esempio, ma non è il tuo caso. Credo... Spero... Che ROB sei?
- SORELLINE più belle di Morbegno! Il mio affettuoso benvenuto... il post è per voi e la cugina "Beyoncé", per ciò che mi trasmettete... direi che merito una stampella, no (?!). Siete molto care, veramente!

Mr. Hamlin ha detto...

Ovviamente parlando bene di questo film con me spalanchi una porta aperta. Come ho scritto in tempi non sospetti (un paio di settimane fa, più o meno) nella mia recensione, questa commedia conferma che il cinema italiano è meno comatoso di quello che era lecito temere. Pur non perfetta, è comunque davvero gradevolissima e soprattutto priva di volgarità. Mettete da parte i pregiudizi e andate a vederla, perché davvero merita.

Invece i complimenti a puffetta non li faccio, sarebbero scontati visto l'ottimo livello qualitativo che da sempre la contraddistingue! :-)

Trinity ha detto...

Molto bene, sono davvero felice di leggere positivamente del cinema italiano!

Anche Lascia Pperdere Johnny ti consiglio di vederlo, è una bella commedia gradevole!
ciaooo!

CresceNet ha detto...

Oi, achei seu blog pelo google está bem interessante gostei desse post. Gostaria de falar sobre o CresceNet. O CresceNet é um provedor de internet discada que remunera seus usuários pelo tempo conectado. Exatamente isso que você leu, estão pagando para você conectar. O provedor paga 20 centavos por hora de conexão discada com ligação local para mais de 2100 cidades do Brasil. O CresceNet tem um acelerador de conexão, que deixa sua conexão até 10 vezes mais rápida. Quem utiliza banda larga pode lucrar também, basta se cadastrar no CresceNet e quando for dormir conectar por discada, é possível pagar a ADSL só com o dinheiro da discada. Nos horários de minuto único o gasto com telefone é mínimo e a remuneração do CresceNet generosa. Se você quiser linkar o Cresce.Net(www.provedorcrescenet.com) no seu blog eu ficaria agradecido, até mais e sucesso. If is possible add the CresceNet(www.provedorcrescenet.com) in your blogroll, I thank. Good bye friend.

Chiara ha detto...

- MISTER: PUFF... mmm... devo trovarti un nomignolo adatto... ci devo pensare... intanto, ancora una volta, ti ringrazio per la preziosità delle tue parole e consigli.
- TRIN: oramai, se non lo era già prima (ma per me sì) un commento della "nostra" Trin è un onore... dunque, onorata, guarderò il film. Grazie!

Mr. Hamlin ha detto...

Preziosità... bel neologismo :-)
Comunque non ho fatto nulla di particolare, sei brava di tuo! ;-)

http://elsuenopasado.splinder.com/ ha detto...

ciao Chiara, un saluto prima di natale,
il film non l'ho visto stavo per andare poi per un impegno non sono potuto andare, mi hanno detto comunque che e' carino, come al solito aspettero' il dvd,
nel frattempo ho visto un po di dvd
due in particolare sono stupendi a dir poco,
si tratta di "il colore della liberta'" e "la vie en rose"
a presto.
mario

Chiara ha detto...

Ogni tuo passaggio, seppur in punta di piedi, è sempre aria buona.
Grazie per questa "ventata".
Prendo appunti.

filippo ha detto...

Ormai questo l'ho perso, vuol dire che lo vedrò in dvd...
Un saluto...

Chiara ha detto...

Un saluto a te caro Filì...
aspetto un tuo futuro post su questo film, merita davvero la tua attenzione.
Fai il bravo...

Anonimo ha detto...

So what can this all іmply?

Feel freе tо surf to mу page .

.. ask-a-geek.com

Anonimo ha detto...

These modern fitnеss devices аrе worn around the waist, positioned pгopeг about the abs and then
making uѕe of ωhat is identified aѕ electronіс muscle stimulation.


my sitе ... flex belt reviews

Anonimo ha detto...

The application of thіs cream сomеs with no side effects whatsоever.


Check out my website: http://www.prnewswire.com/news-releases/trilastin-review-and-latest-coupon-code-savings-released-at-awesomealldaycom-190256601.html

Anonimo ha detto...

Most gіrls get stretch marks at somе point in theіr
livеs from having a child.

My ωеb site U Rl

Guestbook