mercoledì 5 settembre 2007

Disturb...ante


Disturbia” è come un libro scritto bene ma che non ha nulla da raccontare. O per lo meno, nulla di nuovo.
Avete ragione, questa pellicola non è altro che il remake de “La finestra sul cortile” (capolavoro hitchcockiano degli anni ’50) quindi penserete che per forza non è insolito al grandeschermo. Ma, con la definizione “nulla di nuovo”, sottintendo qualcosa di diverso.
L’ (eccessivo) utilizzo della nuova tecnologia ne è una dimostrazione. Già vista in altri film di recente produzione (mi viene in mente “Perfect Stranger”, per esempio) e che, inevitabilmente, a lungo andare stanca. Telecamere ad infrarossi, telefonini superpiattissimi (da provare a lanciare in acqua, per scoprire se anche loro “saltellano” e quanto), computer innovativi (ormai sostituiscono ogni mezzo: non mi stupirebbe, a questo punto, vedere una tastiera intenta a stirare le ultime camicie), e così via. La tecnologia ha così preso piede, da credere di avere il diritto di calpestare la buona, vecchia, fedele cinepresa (quella del regista, si intende). In questa pellicola, infatti, si ha un’alternanza di punti di vista, così rapidi, da stordire. Cannocchiale, display, telecamera, videocamera, … camera… mi viene il mal di mare.
Oltre a questo, che alcuni possono anche trovare opportuno, un altro aspetto sfavorevole sono i “finti” colpi di scena, a scopo di alzare la tensione ormai finita in fondo alla sala (se non già all’uscita).
Scena da brivido, preannunciata dal classico aumento di volume, contrapposto alla riduzione delle luci, qualcuno si avvicina furtivamente, la mano che sfiora la spalla… per poi scoprire che mammà voleva solo dare la buonanotte! Che "tenerezza".
E’ chiaro che la prima volta può risultare divertente, ma se si protrae per tutta la visione, viene normale pensare di assistere ad una farsa!
Per avere un voto maggiore (e lo merita) di “Alla Deriva”, è scontato che riveli anche caratteristiche positive.
Fra queste, ci sono le interpretazioni di Shia LaBeouf e David Morse (davvero incredibile che questo esca dalla mia tastiera, non ci credo nemmeno mentre lo scrivo! Che resti fra noi): il primo è in grado davvero di reggere la scena (anche quelle mediocri) con una capacità espressiva pregevole.
Il secondo, mi ha sorpreso: sempre interprete di ruoli “scomodi” (in alcune occasioni, anche troppo- vedi “Dottor House”), Morse ha stavolta superato sé stesso. Nei panni del presunto assassino (ancora una volta un “guastafeste”) e all'inizio praticamente assente, il suo ruolo si fa dominante e deciso, soprattutto nel secondo tempo (quando, nella parte centrale, il film acquista energia (più o meno): tensione a lungo cercata e raggiunta un tantino tardi, ma del resto non poteva che essere così). Glaciale nello sguardo ed impenetrabile nelle emozioni (ma soprattutto senza chewgum!), è quasi piacevole essere spettatori della sua metamorfosi. Sarà che nei panni di un presunto sicario apparentemente in ordine, calza proprio a pennello.
Pensate che durante le riprese si è fratturato le dita, eppure non ha mai smesso i panni di ambiguo vicino di casa: una vera fortuna (stavolta)!
Consiglio vivamente di non prendervi il DISTURB(i)O di andare a vedere questo film. Se proprio volete andarci, non portatevi appresso grandi aspettative.
Non è che sono diventata troppo severa?!
E sì che, i minuti iniziali, lasciavano credere di avere a che fare con una buona pellicola. Peccato.

Trama
Kale (Shia LaBeouf) è un ragazzino come tanti, ma non riesce a scrollarsi di dosso il rimorso per la morte del padre, nell’incidente d’auto che lo vedeva alla guida. Per questo, nella sua personalità traspare ribellione ed aggressività, anche in situazioni non consone. Proprio per il suo carattere difficile (dopo aver rifilato un pugno al professore di spagnolo) si ritrova agli arresti domiciliari per novanta giorni. Dopo che la madre gli proibisce videogiochi e tv, Kale, trova il modo di ingannare il tempo ormai monotono: munito di cannocchiale scopre, al di là del proprio giardino, un mondo nuovo fatto di vicini di casa interessanti e… forse pericolosi.

Citazioni
- Kale (Shia LaBeouf) "Non sono un guardone, sono un semplice osservatore..."

Carta d'identità
Titolo originale: Disturbia
Titolo italiano: Disturbia
Data di uscita (in Italia): 17 Agosto 2007
Genere: Thriller
Durata: 104'
Regia: D.J. Caruso
Da vedere: se proprio non riuscite a frenare la curiosità, ne vale la pena per i due interpreti (Shia LaBeouf e David Morse) e per la parte centrale del secondo tempo, dove dal torpore si passa a quella tensione che tanto speravamo di trovare sin dall'inizio. Poco convincente.

21 commenti:

Ester Moidil ha detto...

Hai ragione, effettivamente nutrivamo delle aspettative un pò troppo alte, data tutta la pubblicità ed il successo che Disturbia ha avuto.
Anche io voglio bene a David Morse (però io gliene ho sempre voluto...), ma qui il suo talento è sprecato. E no, Shia per me non si può proprio vedere... l'ennesimo attorucolo che ha una sola espressione e per di più brutta. Ma visto che lo adorate un pò tutti è probabile che mi sbagli.

Chiara ha detto...

Morse è spietatamente glaciale, in questa pellicola, caratteristica che lo esalta moltissimo: era il suo ruolo e nessun altro era in grado di interpretarlo così bene. Non credo, dunque, che sia stato "sprecato" (per il film troppo scontato o per la parte, intendi?) perchè gli spazi che ha avuto sono volutamente minori all'inizio e poi va in crescendo. Una figura ambigua e a mio avviso interessantissima. Shia, da un solo film non si può giudicare, ma anche io credo che lo abbiano "fenominizzato" troppo presto, ma mi è sinceramente piaciuto!
A presto!

mb ha detto...

non ho visto il film, da quello che ho letto credo tu abbia ragione, l'ho vedro' in dvd.

Le parole non sono mie, sono di "elevation" http://elevation.splinder.com/, come si vede dal link sotto, mi sono piaciute e le ho abbinate alla foto, e' una bella frase, spero che ti aiutino comunque.
ciao
mb

Chiara ha detto...

Poeta però vale per ogni cosa. Sia che la cerchi sia che la crei. Dunque lo sei e non ho così sbagliato ;)
In Dvd può andare, ma al cinema non é strettamente necessario vederlo.
Mi aiuteranno. Ne sono certa.

trinity ha detto...

sono sicura che saprò resistere!! ;-)

Chiara ha detto...

Magari a noleggio se ti capita ma... anche se non ti capita va bene comunque ;P

Trinity ha detto...

uahahahah!! mi sei piaciuta!

filippo ha detto...

Non avere rimorsi...devi essere severa! :P
Per quanto riguarda il film, forse (e dico forse) lo vedrò prossimamente...più per curiosità che per altro (l'hanno stroncato tutti, voglio capire perchè...).

PS: Non te l'ho mai detto, ma le tue recensioni mi piacciono tantissimo, ogni volta le leggo con molto, molto piacere...(mo non ti gasare però! :P)

Salutoni e a presto!

Chiara ha detto...

Ah, Filiì... tu non mi puoi vedere (per fortuna! ;P ) ma sono appena risalita... ero "svenuta" dalla sedia!
A dire il vero, trovo che ognuno di noi ("colleghi") abbia una sensibilità particolare... siamo tutti speciali, nel nostro piccolo...
OPPPSSS vuoi dire che mi sono montata la testa già?! ;p
Dico sul serio, sei speciale anche tu, nel cogliere ogni sfumatura.
Grazie comunque. Non sai quanto mi è servito!
A presto...

Deneil ha detto...

Belloooooooooo!Bello il blog, bella la rece, bella quella su shrek..bello bello bello!Ti ho scoperto passando per il mitico filippo!Io ti linko (che sembra una minaccia ma non lo è!), se vuoi passa da me che anch' io ho strapazzatto un po' disturbia (ehm..mooolto più di te!) tempo fa!Ciau!

Chiara ha detto...

Grazieee!!!
Molto bello anche il tuo Blog, bello "conoscervi" uno ad uno.
Sììì strapazziamo "Disturbia", alla fine un poco se lo merita.
A presto... (ti linkerò anche io Buahahah!

Deneil ha detto...

oh no non linkarmi no, no...no..noooooooooo!!!the end!:-)))

Chiara ha detto...

Ma porc....
Allora era davvero una "minaccia" seria!!! ;)))))

Deneil ha detto...

eh si guarda come s' è spaventato leone il cane fifone!!!va be la smetto di imbrattarti i commenti che c' è già un pirla sul mio blog che lo fa..un anonimo che si firma gabbermafia..ah quanta gente intelligente a questo mondo!!

Chiara ha detto...

L'ho visto. Sai anche che i commenti possono venire eliminati, senza problemi. Sarà qualcuno di invidioso.
Macchè "imbrattarti", va benissimo che scrivi. Fa piacere!
A presto...

Dome & Edo ha detto...

ha ha
brava brava!
io non mi sono preso il disturb(i)o ^^
fatto bene mi sa!
(I'm not there l'hai visto?
aspetto una tua rece! dai dai chiaretta!)
dome

Chiara ha detto...

Non l'ho mai visto, ma sono curiosa e andrò a vederlo... c'è un cast che anche da solo fa un figurone!
Adesso andrò a trovarvi, sul vostro Blog è sempre piacevole farci un giro... ovvio, con la solita birretta in mano ;PPP

dome ha detto...

he he
anche a me fa piacere passare di qua!
e poi tu sei una delle persone più gentili della blogosfera!
e sopratutto si vede che il cinema ti emoziona!
(uso il nick dome dato che edo non partecipa più, mi sa...)

Chiara ha detto...

Nooo!!! Che triste, si ritira dalle scene? Appende le scarpe al chiodo? Gli sci sopra il camino? Vabbè mi fermo qui...
Magari ci ripensa... eravate una grande squadra (per usare termini cinematografici).
Mi trovo bene con voi, anche se non conosco le vostre facce, mi basta sapere che avete la mia stessa grinta... Continuiamo a trasmettere!
A presto...

deliriocinefilo ha detto...

Non sei stata severa...giusta. Peccato che Morse mi stia andando in antipatia considerato quello che fa e provoca al mitico Gregory! un pò di pietà per carita per il nostro dottore vicodinizzato!

Chiara ha detto...

L'hai visto il nuovo episodio?! Quel Morse-poliziotto "chewingummomane" mi sta facendo venire le palpitazioni!!!
Gregory è intoccabile... per altro non c'è nessuno come lui... sono sempre più innamorata ;)))

Guestbook