lunedì 4 giugno 2007

La comicità... in politica

Riuscite ad immaginare Beppe Grillo, o che so Corrado Guzzanti (per dirne due a caso), Presidente del Consiglio? Probabilmente avremmo le stesse tasse, le stesse infondate promesse, le stesse strutture mai terminate, ma sicuramente avremmo molto più spirito di quello che attualmente aleggia a Palazzo Chigi (ma non ci vuole molto).
Dopo aver immaginato Grillo che si candida alle prossime elezioni, pensate ora a Barry Levinson, un regista capace di dar vita a “Rain Man” o “Sleepers” (anche qui, tanto per dirne due) con la stessa maestria. Bene, ora aprite la mente verso i sorrisi e gli occhi sinceri di Robin Williams, un attore che praticamente nessuno oserebbe criticare. Medico regala gioia in “Patch Adams”, o psicoterapeuta in “Will Hunting - genio ribelle” (vincitore dell’Oscar come miglior attore non protagonista), tutte interpretazioni memorabili. Ma, pensandoci un poco, tutte datate a circa una decina d’anni fa. I film recenti di Williams non sono stati all’altezza di esaltare appieno la dolce sincerità che riesce a trasmettere questo 55enne attore dai mille volti.
Dopo aver riletto le prime righe almeno un paio di volte (per capirle), mescolate il tutto senza aggiungere altro, cocete a “fuoco” direi medio: otterrete in un brodo succoso, tutto ciò che potete chiedere per avere una serata piacevole. “L’uomo dell’anno”, per l’esattezza. E non è una ricetta di Suor Germana.
Perché spesso, a noi spettatori, le critiche di giornalisti, amici e parenti spesso “tagliano” le gambe. Perdiamo così la voglia di andare a curiosare un film che ci prometteva emozioni e finiamo per passare una serata come un’altra, con forse il rimpianto di non aver ascoltato solo noi stessi.
Invece, lo sguardo gioviale di Robin (e non la bandiera americana alle sue spalle!) sulla locandina del film mi ha “implorato” di entrare, mi ripeteva “Mica può capitarti tutti i giorni, di vedermi nei panni del Presidente degli Stati Uniti!”.
Ora posso dire che questo brodo, nonostante si faccia piuttosto “freddino” in un secondo tempo, mi è piaciuto parecchio: reso gustoso dalla comicità di uno strepitoso Williams (potrei scommetterci le pantofole che, alcune battute, non sono scritte sul copione, ma arrivano direttamente dalla mente geniale dello stesso protagonista), che a lungo andare vorresti sentirlo “monologare“ per ore ed ore, con o senza bancone, vallette e telecamere. Invece diventa Presidente di una nazione che (e non è la sola) necessita di una rispolveratina in quanto a “uomini al comando”.
Un film che ricorda a tutti i comuni desideri di novità, ironizza intelligentemente sul passato e sul futuro, mantenendo sempre uno sguardo vigile a ciò che si vorrebbe costruire. Un messaggio che inoltre vorrebbe stordire le menti di chi non fa nulla (e dovrebbe) per cambiare le sorti di un mondo (e non solo politico) che non sta solamente rotolando, ma se ne frega di una discesa diventata troppo facile (dunque si cade molto più velocemente).
Una buona colonna sonora fa da ombra alle gesta di un comico che desidera solo rendere la politica qualcosa di cui andarne fieri.
Se ci pensiamo un poco, non ci servono “Iene” o “Striscia la notizia” per comprendere che, da parecchio tempo, gli uomini potenti non sono altro che promesse mai mantenute. Ci basta però guardare un sorriso di Williams per capire che abbiamo bisogno di questi piccoli, effimeri segni per poter continuare a sperare in qualcosa di vero.
Tom Dobbs For President… sempre e comunque.

Trama
Tom Dobbs (paragonabile ad un Beppe Grillo o Maurizio Crozza dei nostri) è un comico tv, che durante il suo talk show si diverte a punzecchiare i politici ed il loro sistema. Una sera come tante, prima di una diretta, una spettatrice propone a Dobbs di candidarsi alle prossime elezioni. Qualche mese più tardi (nel classico “da cosa nasce cosa”), Dobbs ed i suoi fedeli compagni di lavoro (fra cui il suo manager Jack Menken- un grandissimo Christopher Walken) intraprendono (e con la grinta giusta) un’onesta campagna elettorale. A conclusione delle elezioni, con grande sorpresa di tutti (Dobbs compreso), il vincitore è proprio il comico tv. Tom affronta, così, la sua nuova carriera con lo stesso entusiasmo con il quale l’aveva pensata, sino a che un’onesta (e un po’ nevrotica) impiegata dell’azienda di software che ha promosso l’elezione, Eleanor Green (Laura Linney, l’avevo conosciuta in “Mystic River”), lo metterà al corrente di un sorprendente inganno ma soprattutto gli aprirà gli occhi su una verità ancora più grande e che Dobbs fino ad allora aveva ignorato: la bellezza di amare.
Un film che perde un po’ di brio nel secondo tempo, ma che trova l’energia giusta in un Robin Williams ritrovato, in un cast azzeccatissimo e in un ingegnoso umorismo che vi piacerà.

Citazioni
- Tom Dobbs (Robin Williams), chiacchierando con il suo pubblico del suo show: "Le telecamere puntano sul nulla, lo dice anche la critica!"
- "Preferisci una cena con Coffee Annan o Woody Allen?" - Dobbs "Con Allen se non ci fossero coreane, ma anche Coffee per chiedergli caffè Coffee? Caffè Coffee, mh?"
- Jack Menken (Christopher Walken) a Dobbs "Sei un comico che fa politica, se non fai ridere sei come un uomo che fa sesso senza donna... Ti accorgi che manca qualcosa!"
- "Come fai a dimostrare che sei per la famiglia?" - Dobbs "Con le ceneri di mia madre in mano!"
- Dobbs durante la sua campagna "Regaleranno Viagra ma non occhiali da vista. Cioè, avrete un'erezione ma non saprete dove metterla!"
- Dobbs "Se una bulimica condividesse un panino con un'anoressica, a quest'ora sarebbero ancora vive!"
- Dobbs "Se nel mio show mi tirano le mutandine è perché le vogliono lavate e stirate per Venerdì!"
- Dobbs, a conclusione del film "I politici sono come i pannolini, vanno cambiati spesso e sempre per lo stesso motivo"

Carta d'identità
Titolo originale: Man of the year
Titolo italiano: L'uomo dell'anno
Data di uscita (in Italia): 11 Maggio 2007
Genere: Commedia
Durata: 115'
Regia: Barry Levinson
Da vedere: a chi ha voglia di rivivere le più belle interpretazioni di Robin Williams, per ricordarsi che i più grandi non tramontano mai. Divertente.

29 commenti:

Lameduck ha detto...

Mi è capitato di vedere alcune puntate di "Jay Leno Show" (che purtroppo Sky non trasmette più) con ospite Robin Williams dove c'era letteramente da farsela addosso dal ridere. E' uno che sa imitare chiunque, rifà qualunque voce con una comicità straordinaria. Un grandissimo attore.

Rodrigo ha detto...

Oi, achei teu blog pelo google tá bem interessante gostei desse post. Quando der dá uma passada pelo meu blog, é sobre camisetas personalizadas, mostra passo a passo como criar uma camiseta personalizada bem maneira. Até mais.

Chiara ha detto...

Che meraviglia, avanti amici lettori, colleghi e non, dite la vostra su qualsiasi cosa desideriate! Fate pubblicità al vostro blog, chiedetevi se è il caso o meno di portarvi l'ombrello al lavoro, se state meglio con le scarpe blu o bianche... ciò che volete, basta scrivere! E'bello così!
Benvenuto anche all'amico spagnolo, dunque, e grazie alla solita gentilissima amica lameduck "Bond girl"!
A presto coi Pirati!

Lameduck ha detto...

Chiara, hai visto Williams in "One Hour Photo" ? Che film strano...

Anonimo ha detto...

L'UOMO DELL'ANNO, un Robin Williams sprecato, in un film che sa di poco, molto piu' interessante "One Hour Photo" di poco pero'.
ciao
mb

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

Anonimo ha detto...

good start

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Guestbook