giovedì 22 marzo 2007

"Cattivo" é meglio!


Quando un film può considerarsi davvero bello? E quanto si può essere obiettivi nel giudicarlo? Me lo sono chiesta dopo la visione di "The Pusher" (2004), film di Matthew Vaughn, interpretato da Daniel Craig. Considerando che quest'ultimo, come ben avrete capito, é per me infallibile, il film era già un successo ancor prima di vederlo. In realtà, la pellicola in sé mi ha trasmesso emozioni, ma se penso a quelle provate in "Casino Royale", non sono paragonabili. Ma come ripeto sempre, un film é diverso da ogni altro.
Daniel è spietato, freddo (lo "accusano" per questo, io la trovo una rara qualità) e irascibile, proprio come l'ho conosciuto e fin da subito amato, ma la trama é complessa, sfrenata quasi non si riesce a controllare. Ogni tanto ci si perde in fotogrammi a flash-back, nomi e omicidi. Questo non necessariamente é da considerarsi difetto, il regista probabilmente vuole creare confusione allo spettatore che non ha, così, la possibilità di prevedere nessuna successiva "mossa".
Daniel veste i panni di un James Bond al contrario: non sarà inviato a difendere il mondo pronto a sacrificare sé stesso, ma sarà preparato a salvare sé stesso fregandosene di distruggere il mondo che lo circonda. Non prenderà ordini da una straordinaria Judi Dench, ma da chiunque abbia in mano potere, in una realtà dove tutti sono contro tutti. Capiremo quanto il lavoro di pusher non preveda soltanto denaro e successo. Tradimenti, onore e violenza sono pane quotidiano per Craig, che sembra essere destinato ad una valanga di pugni e corse a perdifiato ad ogni (sublime) interpretazione.
Un film che aiuta a capire come si snoda il duro e sleale mondo della droga, dove non sempre i più duri vincono. Concludo dicendo che, probabilmente, se il finale non fosse stato così imprevedibile (troppo!) e se avessi avuto la possibilità di vederlo sul grande schermo, sarebbe stata tutta un'altra storia. Colonna sonora impeccabile, per la grinta di Daniel.
Da rivedere, per apprezzarlo ancor di più.


Titolo originale: Layer Cake
Titolo italiano: The Pusher
Data di uscita (in Italia): 10 Giugno 2005
Genere: Thriller
Durata: 105'
Regia: Matthew Vaughn
Da vedere: per chi non vede l'ora di prendersi una rivincita. Contorto.

1 commento:

Lameduck ha detto...

Visto anche questo. Sai cosa manca qui? Il manico. Nel senso del regista, ovviamente. Matthew Vaughn (marito di Claudia Schiffer) tarantineggia parecchio ma senza avere il talento del grande Quentin. E' il film di un esordiente e si vede.
Mentre guardavo il film pensavo proprio a cosa sarebbe stato questo soggetto in mano a Tarantino. Ho ripensato ad un film straordinario come Jackie Brown, al personaggio di Bruce Willis in Pulp Fiction. Ecco, mancava quel tocco da maestro che ti fa dire: miii, che film! Se pensiamo che, nonostante questo, il film è piacevole si rivede anche volentieri puoi renderti conto del valore del fattore Daniel Craig!
A proposito, ho odiato Sienna Miller.

Guestbook